Percorso::|Tag: Coronavirus
30 06, 2020

Coronavirus e polveri sottili: le responsabilità degli allevamenti intensivi

By |2020-09-03T17:37:52+02:0030/06/2020 12:00|Categories: Notizie|Tags: , , |0 Comments

Le evidenzia l'Unità investigativa di Greenpeace: riscaldamento e allevamenti sono responsabili del 54% del PM2,5 in Italia. E i fondi pubblici continuano a foraggiarli. Siamo a quasi due mesi di isolamento obbligatorio e l’Italia resta uno dei Paesi più colpiti dal nuovo coronavirus, mentre i decreti legge nazionali cercano di contenere ferite che, a tratti,

5 06, 2020

L’NO2 come fattore che contribuisce alla mortalità per coronavirus

By |2020-06-05T23:59:05+02:0005/06/2020 20:30|Categories: Notizie|Tags: , , , , , |0 Comments

Il biossido di azoto (NO2) è un gas traccia che deriva da processi sia naturali sia antropogenici. L'esposizione a lungo termine all’NO2 può causare un ampio spettro di gravi problemi di salute come ipertensione, diabete, malattie cardiache e cardiovascolari e persino la morte. Un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica "Science of The Total Environment",

22 04, 2020

Uno studio preliminare collega inquinamento atmosferico e morti per coronavirus in Inghilterra

By |2020-04-24T21:59:39+02:0022/04/2020 22:47|Categories: Notizie|Tags: , , , |0 Comments

In Inghilterra uno studio preliminare ha trovato le prime prove di un legame tra livelli più alti di inquinamento atmosferico e morti per Covid-19.

17 04, 2020

Covid-19 – Per il 2020 si stima una riduzione delle emissioni di CO2 di 2,5 mld di tonnellate

By |2020-04-23T00:14:07+02:0017/04/2020 20:24|Categories: Notizie|Tags: , , , , , |0 Comments

Quest'anno le emissioni globali di carbonio dell'industria dei combustibili fossili potrebbero diminuire di 2,5 miliardi di tonnellate, con una riduzione del 5%, poiché la pandemia di coronavirus ha innescato un enorme calo della domanda di combustibili fossili. Le restrizioni senza precedenti ai viaggi, al lavoro e all'industria dovute al coronavirus dovrebbero tagliare miliardi di barili

20 03, 2020

Coronavirus: Copernicus rileva una riduzione di NO2 nel nord Italia

By |2020-03-30T17:53:24+02:0020/03/2020 00:29|Categories: Notizie|Tags: , , , , |0 Comments

Nuovi dati dal satellite Copernicus Sentinel-5P rivelano la riduzione dell'inquinamento atmosferico in Italia, in particolare le emissioni di biossido di azoto. Questa riduzione è particolarmente visibile nel nord Italia e coincide con il blocco a livello nazionale messo in atto dalle autorità per prevenire la diffusione del coronavirus. Le immagini mostrano le fluttuazioni delle emissioni

9 03, 2020

Covid-19 – Le emissioni di CO2 in Cina si sono temporaneamente ridotte del 25%

By |2020-04-06T15:09:59+02:0009/03/2020 01:10|Categories: Notizie|Tags: , , , |0 Comments

Mentre combatte una delle più gravi epidemie virali del secolo, la Cina inizia a sentire gli impatti sulla domanda energetica e sulle emissioni.   Come mostrato da una serie di indicatori che hanno registrato nelle ultime settimane una media molto più bassa rispetto agli ultimi anni, la domanda di energia elettrica e la produzione industriale

6 03, 2020

Coronavirus – Copernicus rileva una riduzione del PM 2.5 in Cina

By |2020-04-06T15:07:22+02:0006/03/2020 16:00|Categories: Notizie|Tags: , , , , , |0 Comments

Dopo l'adozione delle misure per arrestare la diffusione del COVID-19, il Servizio di Monitoraggio dell'Atmosfera Copernicus (CAMS) dell'Unione Europea ha registrato una riduzione del PM 2.5. Con lo scoppio della notizia del virus COVID-19 nella provincia di Hubei, in Cina, a fine dicembre 2019, il governo cinese ha iniziato ad adottare misure per ridurre il

3 03, 2020

Nasa – In Cina il diossido di azoto nell’aria scende drasticamente

By |2020-04-06T15:07:53+02:0003/03/2020 19:26|Categories: Notizie|Tags: , , , , |0 Comments

Tra coronavirus (COVID-19) e rallentamento economico le immagini satellitari raccolte dalla Nasa mostrano un effetto sorprendente: una significativa diminuzione dell’inquinamento atmosferico in Cina. I satelliti di monitoraggio dell'inquinamento della NASA e dell'Agenzia spaziale europea (ESA) hanno rilevato in Cina riduzioni significative del diossido di azoto (NO2), un gas che finisce in atmosfera bruciando carburante, ed